Le ultime notizie

Coronavirus. Restano 30 i ricoverati al Murri. I numeri dei positivi di oggi

FERMO Non varia il numero dei ricoverati nel reprato di malattie infettive dell’ospedale Murri di Fermo. Trenta erano quelli di ieri e trenta sono stati ancora quelli di oggi. Due i nuovi ricoverati di oggi, altrettanti quelli dimessi oppure trasferiti.

Il primario di Malattie Infettive Giorgio Amadio

Il primario dell’Unità operativa complessa di malattie infettive, dr. Giorgio Amadio, analizza così la situazione: «Ad oggi abbiamo 30 degenti, stiamo ricevendo prevalentemente pazienti residenti in altre aree vaste. Qualora il reparto dovesse arrivare a saturazione e si rendesse necessario accogliere altri malati, saranno interessate le altre due strutture ospedaliere dell’Asur per il ricovero in reparti non intensivi, quindi Ancona e Pesaro».

Il dottor Amadio parla anche di terapie e spiega come vengono curati coloro che sono ricoverati nel suo reparto. «Per tutti i pazienti che necessitano di supporto respiratorio viene somministrato del cortisone – spiega -. A seconda della valutazione clinica, i degenti possono essere inoltre sottoposti a terapia con l’antivirale Remdesivir, che sta dimostrando una buona efficacia, oppure con plasma iperimmune. A tal proposito, vorrei rivolgere a tutti i guariti da Covid-19 un invito a contribuire alla cura dei malati attraverso la donazione del plasma, contattando il Centro trasfusionale di Fermo».

La terapia seguita dal sindaco Paolo Calcinaro

Il sindaco di Fermo sta meglio ed è stato lui stesso, ieri (il 13 ottobre), ad aggiornare sulle sue condizioni e sulla cura che sta seguendo: «Una buona notizia, da 36 ore senza febbre. La saturazione, anche se sostenuta con l’ossigeno (e mai con il respiratore!!!!), è discreta. Da tre giorni prendo il remdesivir e cortisone, da quando sono entrato sono seguito con grande competenza e umanità».

I numeri in crescita nelle ultime 24 ore

Nel frattempo il servizio Sanità della Regione Marche, questa mattina ha comunicato i numeri delle 24 ore precedenti, dai quali si evince che sono quasi raddoppiati i nuovi casi: «Il servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 3082 tamponi: 1777 nel percorso nuove diagnosi e 1305 nel percorso guariti. I positivi sono 166 nel percorso nuove diagnosi: 54 in provincia di Ascoli Piceno, 39 in provincia di Ancona, 38 in provincia di Macerata, 21 in provincia di Fermo, 10 in provincia di Pesaro Urbino e 4 fuori regione. Questi casi comprendono soggetti sintomatici (25 casi rilevati), contatti in setting domestico (47 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (30 casi rilevati), 3 rientri dall’estero (Romania, Albania e Tunisia), 2 casi riscontrati dallo screening realizzato nel percorso sanitario, contatti in setting lavorativo (7 casi rilevati), contatti in ambiente di vita/divertimento (13 casi rilevati), 3 contatti in setting assistenziale, contatti in setting scolastico/formativo (23 casi). Di 13 casi si stanno effettuando le indagini epidemiologiche».

 

Print Friendly, PDF & Email
error: Content is protected !!