Fermo. Sostegno dell’amministrazione per la ristorazione fermana e disponibilità di aree verdi per le palestre

Fermo. Sostegno dell’amministrazione per la ristorazione fermana e disponibilità di aree verdi per le palestre

FERMO Sostegno alle attività per le quali è stata disposta la sospensione, in attesa di normative e dell’operatività del Decreto Ristoro, approvato nella giornata di oggi. Piscine e palestre con un bonus e la possibilità di utilizzare gli spazi aperti per le attività, stanziamento di 150 mila euro per la ristorazione fermana, in arrivo nel corso del prossimo mese, dal Comune.

L’annuncio

L’annuncio è del sindaco Paolo Calcinaro, che esprime la sua «più forte vicinanza alle attività sospese o di fatto bloccate dall’ultimo Dpcm» e promette di continuare a dare «segni concreti di sostegno». Nell’immediato è previsto l’arrivo di un bonus a piscine e palestre e non solo. Siccome le nuove normative emanate per arginare la diffusione del Coronavirus prevedono che «l’attività sportiva o motoria all’aperto anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purchè nel rispetto dei protocolli di sicurezza» è consentita, il comune mette a disposizione le aree verdi comunali. Mentuccia, piattaforma Tirassegno, via dei Mille, piattaforma Santa Petronilla, area verde di Casabianca e Salvanello sono le zone dove si potrà fare attività motoria. «Per le palestre, le cui attività sono state sospese dal Dpcm – prosegue Calcinaro – cercheremo di venire incontro come già abbiamo fatto a maggio. Stiamo prevedendo contributi, nelle limitate disponibilità comunali, ma vedremo di fare il possibile, cercando di prevedere qualcos’altro per le attività colpite da lockdown. Già siamo intervenuti a livello di Tari e contribuzioni».

Le aree verdi

Le aree verdi sono subito state individuate «proprio come avevamo fatto a maggio per poter consentire la pratica di attività motoria e sportiva nel rispetto delle norme così come previsto dal Dpcm in vigore fino al 24 novembre» commenta l’assessore allo Sport Alberto Scarfini. Sempre lui auspica «un aiuto per la ripresa in tempi brevi delle attività» e richiama tutti «a mantenere atteggiamenti responsabili per contrastare insieme questa emergenza».

Lo stanziamento per i ristoratori

Per l’altra categoria colpita, Calcinaro annuncia, come detto, che «nel mese di novembre contiamo di stanziare una somma di oltre 150 mila euro per dare supporto alla ristorazione fermana che in questi ultimi anni sta diventando sempre più un fiore all’occhiello per la città. A questi si aggiungono l’abbattimento della Tari (quasi al 90%) già in atto. Non potremo mai essere risolutivi ma ci teniamo come Comune a metterci del nostro in un momento come questo. Noi la parte nostra vogliamo continuarla a fare. Di certo non risolverà, lo ripeto, ma credo sia giusto sentirsi comunità in questo momento e dare questi segni di vicinanza concreta».

Chia.Mo.

In copertina: il sindaco Paolo Calcinaro

Print Friendly, PDF & Email

Commenti agli articoli

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.