Le ultime notizie

eccoppiazza il gruppo

Montegiorgio. I giovani si riuniscono in associazione…. “Eccoppiazza” (qui in piazza)

MONTEGIORGIO «Più i tempi sono difficili, più è importante riscoprire il valore di ognuno di noi.
La pandemia è piombata all’improvviso sulla vita di tutti compromettendo ogni forma di socialità. Rispetto ai grandi centri che, seppur maggiormente colpiti dai contagi aspettano la riapertura come animali in letargo, i piccoli borghi – in balìa dell’impoverimento demografico – vanno incontro ad un destino incerto».  Il pensiero è dei giovani montegiorgesi che si sono formalmente riuniti nell’associazione “Eccoppiazza”.È in questo scenario che, in amicizia, accomunati dall’amore per il proprio territorio e per il proprio paese, abbiamo deciso di metterci in gioco, cercando di restituire qualcosa al luogo che ci ha cresciuti.

eccoppiazza
Due giovani di Eccoppiazza all’opera durante un’iniziativa
Eccoppiazza (qui in piazza)

«Proprio partendo da quello che un tempo era il centro della vita del paese, adottando goliardicamente il nostro dialetto, quello Montegiorgese – dicono – abbiamo scelto di operare con il nome ECCOPPIAZZA, letteralmente “qui in piazza”». Durante il Lockdown, avvalendosi dell’aiuto di una rete di rapporti solidali della quale fanno parte amici e parenti, insieme al supporto del bar/bistrot CORSO41, del Comune, della Proloco e di altri “storici” Montegiorgesi si sono adoperati nell’organizzazione e nell’allestimento di una serie di serate nei mesi di luglio e agosto, all’insegna della musica e della convivialità, catalizzando nella piazza un’affluenza di giovani che nessuno di noi si sarebbe mai aspettato.

L’impegno

«Il nostro impegno non si interrompe qui – proseguono nel loro racconto – a gennaio 2021 abbiamo infatti fondato ufficialmente la nostra associazione senza scopo di lucro, adottando quelli che per noi sono solidi propositi: intendiamo contribuire alla promozione del territorio e all’offerta culturale del paese, cercando ed incoraggiando la collaborazione con le istituzioni, le associazioni, o più semplicemente con chi ha voglia di partecipare. La solidarietà e la proposizione, la volontà di contribuire al progresso della realtà che ci accoglie, se accolte e canalizzate, sono risorse preziose nel cammino verso una nuova e migliore normalità».

Lo scopo

Lo scopo? Fare la propria parte con ottimismo e spirito d’iniziativa: per loro non dovrebbe essere un episodio del quale sorprendersi, ma una consuetudine. «Ci auguriamo dunque che le nostre iniziative incoraggino progetti da portare avanti tutti insieme – chiudono – nella speranza che un giorno questo resistere ci permetterà di ri-esistere come comunità e come paese».

Dal Comune di Montegiorgio

In copertina: I giovani montegiorgesi che hanno dato vita all’associazione

Print Friendly, PDF & Email
error: Content is protected !!