Covid. Sospesa la didattica in cinque classi a Porto San Giorgio

Covid. Sospesa la didattica in cinque classi a Porto San Giorgio

PORTO SAN GIORGIO «La Regione non riesce ad aggiornare con tempestività i dati che invia ai sindaci.
Il virus corre molto più velocemente anche nella nostra Città dove crescono i contagi anche tra i più giovani»: così il sindaco Nicola Loira, in una breve nota diffusa ieri per aggiornare la città sulla situazione contagi.

«La dirigente dell’Isc Nardi ha dovuto sospendere l’attività didattica in cinque classi, tra primaria e medie, per altrettanti casi di positività al Coronavirus.

Alcuni sangiorgesi si trovano ricoverati in ospedale avendo manifestato serie difficoltà respiratorie. A loro rivolgo un particolare pensiero con la viva speranza che possano superare presto l’attuale momento di sofferenza e tornare dai loro cari.

Esprimo vicinanza e condivido lo sconforto e la preoccupazione dei nostri esercenti e di tutti i lavoratori le cui attività sono state colpite dalle restrizioni dell’ultimo DPCM. Mi auguro che il Governo sia conseguente a quanto promesso promuovendo subito misure economiche a sostegno di queste categorie» prosegue Loira.

«L’Assessorato ai S.S. con il Gruppo Volontari di Protezione Civile e la Croce Azzurra ha ricostituito la rete di assistenza alle persone bisognose di aiuto: malati, famiglie in quarantena. Per richieste contattare il numero 687015. Nelle prossime ore seguiranno informazioni più dettagliate.
Sarà indubbiamente un mese difficilissimo, ognuno di noi è chiamato ad assumersi la propria parte di responsabilità: per noi stessi, per chi sta male, per l’economia della nostra Città», chiude il sindaco.

Dal sindaco Nicola Loira

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti agli articoli

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.