Pedaso in jazz. Dal stasera a domenica la rassegna nella piazzetta del centro storico pedasino

Pedaso in jazz. Dal stasera a domenica la rassegna nella piazzetta del centro storico pedasino

PEDASO E’ tempo di Jazz a Pedaso e di seconda edizione della rassegna “Pedaso in Jazz” che si snoderà su tre giorni da oggi fino a domenica 30 agosto. Sempre alle 21.15 e, come per la prima edizione svolta l’anno scorso, i concerti si terranno nella piazzetta del centro storico. Si rinnova quindi il connubio tra la tradizione marinara e la musica.

La tradizione della musica Jazz a Pedaso

Una stagione di certo non facile, piena di incertezze e limitazioni. La musica però aiuta e lo dicono tanti artisti: ecco dunque la volontà di mantenere la manifestazione. E non solo. Di implementarla. «Ci siamo impegnati per aumentare l’offerta musicale di questo appuntamento, elegante e coinvolgente, nel centro storico cittadino – commenta il vice sindaco Caro Maria Bruti – Siamo felici di poter proseguire l’esperienza di Pedaso Jazz».

La rassegna, anche quest’anno, vede la collaborazione di Round Music, con Michele Sperandio e Laura Latini che, nel ricordare l’importanza della musica jazz per Pedaso, spiegano che saranno «tre i concerti in programma nel fine settimana, con un ospite internazionale. Chiaramente tutto svolto nel rispetto delle norme anti-Covid».

Il programma del Pedaso Jazz

Si parte stasrra il quartetto guidato dalla voce di Sara Battaglini, con cui si viaggerà tra brani originali e qualche standard, coccolati sulle note eseguite da Enrico Ronzani al piano, Tiziano Negrello al contrabbasso e Giacomo Scheda alla batteria.

Domani, 29 agosto, tocca al trio del batterista marchigiano Michele Sperandio, che incontra il celebre sassofonista americano Michael Rosen, artista di fama internazionale. Con Giuseppe Cistola alla chitarra e Lorenzo Scipioni al contrabbasso, sul palco l’ensamble proporrà un repertorio di standard e brani originali firmati da Rosen, in cui non mancheranno sorprese ed energia.

Pedaso in Jazz si chiude domenica 30 agosto con il concerto dei MiCO, progetto creato da Michele Santoriello, compositore, bassista e produttore, ispirato dal funk, stimolato dal nu soul e dalla fusion, legato da un amore viscerale per il pop di Stevie Wonder. Il collettivo artistico vede Santoriello al basso elettrico, Christian Marini alla batteria, Davide Marini al pianoforte e synth, Massimo Valentini al sassofono.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti agli articoli

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.