Le ultime notizie

lega porto san giorgio

“Cosa è accaduto con il bando per il nuovo farmacista?” – La Lega sangiorgese vuol vederci chiaro

PORTO SAN GIORGIO – Il gruppo consiliare della Lega sangiorgese vuol vedere chiaro sulla questione del bando per l’assunzione di un farmacista nella Farmacia Comunale data in gestione alla SGDS Multiservizi e ha deciso di interrogare il sindaco su tutta la vicenda.

La storia

Nell’interrogazione il capogruppo Marco Marinangeli e il suo collega Renzo Petrozzi, ricordano che «a maggio la gestione è stata affidata alla SGDS Multiservizi; a fine giugno (il 25) l’azienda ha indetto una selezione per una graduatoria per assumere un farmacista collaboratore (arrivato poi il 29 giugno). Il 14 luglio la Multiservizi ha annullato in autotutela in bando per via della durata triennale prevista per l’incarico (e rinnovabile). C’è poi la questione del parere legale secondo cui la durata (rinnovabile) di 36 mesi è illegittima per la normativa del decreto dignità».

Le richieste di chiarimenti all’amministrazione

Dal momento che, secondo il gruppo leghista, il processo di potenziamento della Farmacia  Comunale sarà rallentato, il servizio sociale e sanitario sarà ridotto, l’annullamento della graduatoria potrebbe causare contenziosi da parte dei vincitori e dei partecipanti, arriva dunque l’interrogazione. Con questa in particolare Marinangeli e Petrozzi chiedono all’amministrazione di «accertare l’illegittimità della clausola relativa alla durata triennale e rinnovabile; valutare se la decisione di annullare in autotutela il bando, sia stata la scelta giusta». Nono solo, anche «perché il dubbio della illegittimità della clausola triennale e rinnovabile, sia emerso dopo la predisposizione del bando, l’esame dei candidati e dopo la pubblicazione della graduatoria; se la SGDS multiservizi ha concordato tale scelta di annullamento del bando con l’Amministrazione Comunale; se in sede di predisposizione del bando la SGDS multiservizi, si sia confrontata con gli uffici comunali competenti; se l’Amministrazione Comunale ha accertato eventuali responsabilità all’interno della SGDS multiservizi; come e se l’Amministrazione Comunale intende favorire provvedimenti nei confronti della SGDS multiservizi; di conoscere alla luce dei fatti come la SGDS multiservizi intende procedere per l’assunzione del nuovo farmacista e con quale tempistica per garantire un servizio puntuale e costante alla cittadinanza».

Marinangeli ricorda che la Farmacia Comunale fu creata 2009 in comodato d’uso gratuito per 18 anni a costo zero per le casse comunali, lasciata nel 2010 con un fatturato di poco sotto al milione di euro. «Oggi durante gli 8 anni di gestione centro sinistra – chiude il capogruppo – il fatturato è sceso quasi della metà, ora sperano di fare funzionare la farmacia comunale, cedendo la gestione alla sdgs multiservizi srl, ma sicuramente non è stata una buona partenza».

Da Marco Marinangeli (Capogruppo Lega) e Renzo Petrozzi (Consigliere Lega)

Print Friendly, PDF & Email
error: Content is protected !!