Le ultime notizie

Micam di settembre, c’è attesa e voglia di ripartire. Dal 20 al 23 l’incontro con i buyer

FERMO C’è voglia di ripartire. I calzaturieri hanno voglia di ripartire. E si apprestano a farlo, con fiducia, nella prossima fiera del Micam di Milano. La prima edizione, del post Covid, di una fiera internazionale, che vedrà una collettiva marchigiana prendere parte all’evento.
Riservata agli operatori di settore, la fiera cercherà di animare il prossimo mercato Primavera/Estate.

La ripresa dopo il lockdown

Un’edizione ancor più importante, visto che la chiusura totale del Paese è arrivata pochi giorni dopo l’edizione di febbraio. Il comparto e le regioni sono state colpite, e questo ormai è un dato di fatto, così come lo è l’organizzazione. Un po’ diversa da come si è vista di solito, proprio per le norme anti-Covid e alcuni appuntamenti saranno solo online. Moltissimi gli espositori marchigiani che non vedono l’ora di ripartire.
Accanto a loro c’è Camera Marche, insieme a Confindustria e al resto del mondo associativo; in particolare sarà importante l’incontro con il Sottosegretario al Mise, Alessia Morani, previsto per il 22 settembre, a Rho. Così come lo saranno altre iniziative di sostegno per il futuro interscambio commerciale con l’estero, per il quale molto si guarderà alla digitalizzazione

Micam 20-23 settembre 2020 in pillole

Le realtà che parteciperanno84
Provenienza delle imprese che parteciperanno al MicamProvince di Fermo e Ascoli (62%), Provincia di Macerata (34%)
La fieraLa prima, di portata internazionale, che si svolge in presenza
Chi partecipa al MicamProduttori, distributori agenti e rappresentanti di calzature, total look in pelle, ed accessori per negozi di calzature
Quando e dove si svolgeDue volte l'anno: Febbraio (autunno - inverno) e Settembre (primavera - estate). Al quartiere fieristico di Fieramilano a Rho.
L'impegno di Camera Marcheal fianco degli espositoricon l'Azienda Speciale per il settore Moda (Tessile, Abbigliamento e Calzature)partecipazione all'incontro di Rho, martedì 22, con il sottosegretario al Mise, Alessia Moranidiverse iniziative di sostegno per gli scambi esteri

I cambiamenti tra il Micam di Febbraio e quello di settembre

«Tra le due edizioni del MICAM 2020 il mondo è cambiato – sottolinea il Presidente della Camera di Commercio Gino Sabatini – è stato colpito un settore già provato da recessione, eventi sismici, ora anche dal blocco degli interscambi commerciali. I dati dell’export del primo semestre 2020 ci mostrano un calo del 27,5% solo per la provincia di Fermo, con esportazioni per 401,5 milioni. Nella notevole schiera dei comparti marchigiani caratterizzati da trend sfavorevoli, spicca senza dubbio per importanza quello dei prodotti tessili, abbigliamento, pelli e accessori: il valore delle esportazioni è di 752,1 milioni di euro, cui corrisponde una perdita di circa un terzo del valore rilevato nel primo semestre 2019».
Altri dati del report dell’Osservatorio statistico di Camera Marche e Regione Marche resi noti durante la presentazione del Micam, mostrano la sofferenza del tessuto imprenditoriale: a luglio 2020, Ascoli Piceno e Fermo insieme, incidono per il 18,2% nelle ore di Cassa Integrazione Guadagni e registrano una crescita del mille per cento rispetto al medesimo mese dello scorso anno e dell’81,5% rispetto al mese precedente. Anche con riguardo alla consistenza delle imprese, le ultime rilevazioni segnano, per il Tessile, Abbigliamento e Calzature marchigiani un decremento del 3,1%.

La partecipazione alla Fiera

«Le imprese presenti in fiera – spiega Valentino Fenni, presidente della sezione Calzaturieri di Confindutria Centro Adriatico – vengono per il 62% da Fermo e Ascoli e il 34% dalla provincia di Macerata. Ad essere rappresentati i Comuni di Montegranaro, Porto S.Elpidio/S.Elpidio a Mare, Monte Urano, Falerone, Monte San Pietrangeli, Fermo, Grottammare, S. Benedetto del Tronto, Ascoli Piceno.

Gli interventi per le fiere digitali (nella fase 2)

La Camera delle Marche è vicina alle imprese non solo accompagnandole al Micam. Quando era appena cominciata la fase 2 e si prendevano le misure per ricominciare a muoversi fuori dalle mura di casa e nei mercati, l’Ente Camerale, con la Regione Marche, ha messo a disposizione 1 e 200 mila euro per attrezzare le imprese marchigiane incentivandole a presentarsi nelle fiere virtuali nel modo più efficace.
«Il sorprendente successo della misura conferma la bontà della scelta di (continuare a) investire in quest’ambito insieme alla Regione Marche sostenuti dall’intero sistema delle Associazioni di Categoria; quasi 600 le domande pervenute dagli imprenditori del territorio. Imprenditori che hanno capito l’importanza di stare al mondo in un modo nuovo». In particolare nella provincia di Fermo sono state finanziate 74 domande per un importo di 503.405, 96 euro” aggiunge Sabatini.
«Camera Marche – aggiunge – oltre a destinare altre ingenti risorse per le fiere in presenza del primo trimestre 2021, ha deliberato l’aggiunta di un altro milione di euro a sostegno delle misure per le fiere digitali e ha chiesto alla prossima nuova Giunta regionale di fare altrettanto. Con un ulteriore stanziamento regionale potremmo soddisfare tutte le richieste ammissibili e dare nuova linfa alle imprese marchigiane che con grande coraggio accettano le sfide del nuovo tempo».

Riepilogo dei sostegni dati per la Fase 2 e investimenti futuri

Gli incentivi per partecipare alle fiere virtuali, le somme a disposizione, la finaziabilità. Gli orizzonti di investimento nel 2021
Fondi a disposizione (Ente Camerale e Regione Marche)1 milione e 200 mila euro
Domande finanziate in provincia di Fermo74 per un totale di 503.405,96 €
Domande finanziabili in totaleI due terzi di quelle pervenute
Investimenti per il primo trimestre 2021- risorse per le fiere in presenza
- un milione per le fiere digitali

Alla presentazione del Micam, oltre al presidente della Camera di Commercio Gino Sabatini, sono intervenuti in conferenza stampa: il Vice Presidente dell’Azienda Speciale per la Moda Tessile e Calzature della Camera di Commercio delle Marche Giacomo Bramucci, il Presidente della sezione Calzaturieri di Confindustria Centro Adriatico Valentino Fenni, per Confindustria Macerata il funzionario di Carlo Cipriani, Presidente della CNA Fermo Paolo Silenzi e per Confartigianato Macerata-Fermo-Ascoli il Presidente della sezione Calzature Simone Del Gatto. Presenti anche Ediana Mancini Sindaco di Montegranaro, e il Vice Sindaco di Fermo Francesco Trasatti. In collegamento web la Presidente della Provincia di Fermo Moira Canigola. Giunti da remoto anche i saluti della Prefettura di Fermo e di Andrea Santori, membro di Giunta di Camera Marche e imprenditore del comparto Pelletteria.

info@lalentenews.it

Foto di Copertina: un momento della presentazione

Print Friendly, PDF & Email
error: Content is protected !!